Cartesio contro il bullismo

Continuano gli incontri con l'Arma dei Carabinieri

 

Creare consapevolezza ed empatia: il Cartesio in campo contro il bullismo. Per contrastare i comportamenti che danneggiano il clima di classe e promuovere l’uso consapevole degli strumenti tecnologici e dei social media, la Scuola organizza degli incontri con l’Arma dei Carabinieri.

 

Le classi coinvolte hanno l’opportunità di dialogare con i rappresentanti delle forze dell’ordine su temi che riguardano la quotidianità degli adolescenti, e che troppo spesso vengono sottovalutati: la condivisione di immagini sui social, le relazioni che si instaurano in rete, l’abuso di sostanze, e altre occasioni nelle quali i ragazzi rischiano di commettere reati senza rendersene conto.

Lo scopo di questi incontri non è soltanto quello di creare consapevolezza della gravità di certi comportamenti, ma soprattutto di attivare negli studenti il naturale senso dell’empatia, che rimane il più efficace antidoto contro qualunque forma di indifferenza e prevaricazione, cioè i principali carburanti del bullismo.

Questa serie di incontri rappresenta soltanto un tassello dell’azione che la Scuola intraprende contro il bullismo, e si inserisce nel solco tracciato già l’anno scorso con il progetto “Perché nessuno sia più solo”, patrocinato dal bando Bullout della Regione Lombardia.