Istituto Tecnico Statale
ISTITUTO   TECNICO   INDUSTRIALE   STATALE
LICEO SCIENTIFICO op. scienze applicate
”CARTESIO”
20092  CINISELLO B. (MI)   -   VIA M. GORKI n. 100   -   TEL.  02 6121 768   -  FAX  02 6128 891
 
 
DIVIETO DI FUMO NEI LOCALI DELLA SCUOLA 

Ai docenti incaricati
p.c. a tutti gli utenti dell’Istituto
prot. N.
Oggetto: istruzioni operative ai funzionari incaricati dell’applicazione della legge 584/1975 (divieto di fumo) e dell’art. 51 della legge 3/2003 (tutela dei non fumatori), nonché trasmissione dei documenti necessari allo svolgimento dell’attività.

1) Si invitano le SS.LL. a prendere visione di tutta la normativa, che viene consegnata integralmente attraverso pubblicazione sull’area dedicata del sito istituzionale.
2) Le SS.LL. dovranno vigilare e applicare la procedura sanzionatoria prevista dalla legge 584 in tutti i locali chiusi pertinenti all’Istituto e negli spazi aperti ove vige il divieto di fumo previsto dall’art. 4 DL 104/2013 convertito in L 128/2013 (cortile interno alla scuola, scale di ingresso all’istituto e adiacenze,scale d’emergenza e pianerottoli). Pertanto, durante l’orario di servizio le SS.LL. dovranno di propria iniziativa vigilare sull’osservanza del divieto, nonché recarsi tempestivamente in particolari punti dell’edificio ove sia segnalata una violazione.
3) Nel caso in cui riscontrino che ' in atto una violazione della legge 584, le SS.LL. dovranno:
a) procedere alla contestazione della violazione e alla conseguente verbalizzazione,
utilizzando gli appositi moduli (copia per il trasgressore e 2 copie per l’ufficio, come previsto dalla circolare del Ministro della Salute), che quindi vanno redatti in triplice copia.
Le istruzioni di compilazione seguono più oltre.
b) contestare al trasgressore la violazione e stilare l’apposito verbale. E’ utile ricordare che quando operano nell’applicazione della legge 584/1975 e successive modifiche e integrazioni, le SS.LL. assumono la veste di pubblico ufficiale. Infatti assume tale qualifica chiunque, anche temporaneamente e gratuitamente, eserciti una pubblica funzione, espressamente prevista dalla legge e a lui delegata nelle forme di legge, con potere di contestare specifiche violazioni. Inoltre, la legge sulle sanzioni amministrative prevede il potere per il pubblico ufficiale incaricato di applicare delle norme il diritto e il potere di esercitare i necessari accertamenti.
c) Pertanto le SS.LL. informeranno il trasgressore ' se non lo conoscono personalmente ' che dovrà esibire un documento valido d’identità per prendere nota delle sue esatte generalità, che andranno prima di tutto trascritte sul verbale.
d) In caso di rifiuto a fornire le generalità le SS.LL. dovranno chiedere che la scuola chiami la Polizia Municipale o le Forze dell’Ordine e far presente al trasgressore che ' tenuto ad attenderli (ovviamente, nel caso si tratti di un dipendente o di uno studente della scuola, se il trasgressore non intende collaborare fornendo le generalità, la segreteria fornirà eventualmente tutti i dati necessari per la compilazione del verbale). Si noti bene che ' salvo il caso in cui il trasgressore si allontani ' esiste l’obbligo della contestazione immediata della violazione e della consegna del verbale e del modulo per il pagamento.
e) Le SS.LL. dovranno completare il verbale, scrivendo:
- Numero del verbale (la numerazione riguarda i propri verbali, quindi partirà dal numero
1).
- Data e ora della violazione.
- Descrizione della violazione: luogo esatto, modalità della violazione (esempio: Fumava nel corridoio  in presenza di vari alunni e di un Assistente Tecnico”).
- Se non c’' l’aggravante di aver fumato in presenza di minori di anni 12 o di donna palesemente in gravidanza, barrare o ignorare tale parte; in caso contrario indicare le circostanze (ad esempio: “Fumava in presenza di donna in palese stato di gravidanza” - indicare il nome, se noto; oppure: “Fumava in presenza del bambino Tizio, minore di anni 12”; oppure: “Fumava in presenza di un lattante” - indicare il nome, se noto).
- Importo dell’infrazione (vedi più oltre istruzioni dettagliate): 55,00 euro oppure 110,00 euro.
- Il trasgressore può aggiungere una sua dichiarazione a verbale, che va riportata fedelmente. Infine, in ogni caso, va chiesto al trasgressore di firmare per conoscenza il verbale, soprattutto se ci sono sue dichiarazioni. In caso di rifiuto, va apposta tra parentesi al posto della firma la dicitura: “Invitato a firmare, non ha voluto farlo”.
- Firmare le 3 le copie.
- Consegnare l’originale del verbale al trasgressore, unitamente a un modulo F23 (più oltre le istruzioni per completare la sua compilazione).
Si precisa che a seguito dell’Intesa Stato-Regioni del 16/12/2004, trattandosi di sanzione inflitta da organo statale, la sanzione va versata allo Stato, utilizzando una di queste 3 formule, indicate nella citata Intesa Stato-Regioni:
a) MODULO ‘F23’ ' Si forniscono in proposito a ciascun incaricato due moduli F23 in bianco per il pagamento della sanzione presso la banca o la posta (i trasgressori provvederanno a compilare i campi di loro pertinenza).
b) Versamento diretto presso la Tesoreria Provinciale competente per territorio.
c) Bollettino di c/c postale intestato alla Tesoreria Provinciale competente per territorio, indicando la causale del versamento (Infrazione al divieto di fumo).
Il funzionario incaricato ' tenuto a consegnare al trasgressore il verbale e la modulistica per liquidare la sanzione e ad informarlo delle possibilità b) e c).
Consegnare al Dirigente le due copie (o tutte e tre se il trasgressore non ha voluto ricevere la sua copia). Il Dirigente provvederà ai passi successivi e predisporrà la comunicazione obbligatoria al Prefetto che le SS.LL. dovranno sottoscrivere.
f) Importo della sanzione da indicare in verbale:
- L’incaricato dovrà indicare normalmente euro 55,00, che però raddoppiano se la violazione ' avvenuta con l’aggravante di aver fumato in presenza di donna in evidente stato di gravidanza, oppure di un lattante o di un minore di anni 12 (si dovrà descrivere eventualmente con precisione tale circostanza negli appositi spazi). Se non ' stato possibile consegnare il verbale al trasgressore, vanno aggiunte le spese di spedizione.
g) Completamento del modello F23, già pre-compilato dalla Segreteria:
Si dovrà aggiungere soltanto:
- nel campo 4 le generalità del trasgressore;
- nel campo 13, l’importo della sanzione, come più oltre dettagliato.
h) Cosa consegnare al trasgressore:
- Si dovrà consegnare al trasgressore: copia del verbale (contenente anche le istruzioni per il pagamento).
j) Si ricorda che per i minorenni va applicato quanto previsto dall’art 2 della L. 689/1981, pertanto chi rileva l’infrazione ' tenuto a compilare, oltre alla modulistica indicata in precedenza, anche una lettera da trasmettere a chi esercita la patria potestà, utilizzando il
modello che si allega in copia, completo delle informazioni necessarie, da trasmettere tempestivamente al dirigente scolastico.

Si ringrazia per la collaborazione,


Il Dirigente Scolastico
Prof.ssa Lucia Antonia Pacini
 

Via Massimo Gorky, 100 - 20092 Cinisello Balsamo (MI) - Tel. 02.6121768 - Fax. 02.6128891
e-mail: mitf270003@istruzione.it - posta certificata: mitf270003@pec.istruzione.it
Distretto 65 - Codice Istituto MITF270003 - Codice fiscale 94502330155